Ascolto

Colloqui telefonici e presso la sede per individuare i bisogni e fornire le prime informazioni utili. La donna accede al servizio spontaneamente e gratuitamente. Può richiedere informazioni o un colloquio telefonando al numero dedicato attivo 24h su 24 tutti i giorni dell’anno o WhatsApp.

Accoglienza

Primo colloquio di conoscenza e di valutazione del rischio, utilizzando il metodo SARA. Segue l’avvio di colloqui strutturati finalizzati all’elaborazione di un percorso individuale di fuoriuscita dalla violenza

Assistenza psicologica

Supporto psicologico individuale e/o con gruppi di auto mutuo aiuto

Assistenza legale

Colloqui informativi e di orientamento per fornire elementi di carattere giuridico in merito ai propri diritti e alle conseguenze di una eventuale denuncia. Supporto di carattere legale sia in ambito penale che civile, modalità di accesso al gratuito patrocinio in tutte le fasi del processo civile e penale.

Minori

Supporto ai minori vittime di violenza assistita.

Orientamento al lavoro

Informazioni e contatti con i servizi sociali e con i centri per l’impiego per individuare un percorso di inclusione lavorativa verso l’autonomia economica.

Soluzione abitativa

Orientamento e supporto alla ricerca di una soluzione abitativa sostenibile.

Emergenza abitativa

Assistenza abitativa temporanea.

Assistenza socio-sanitaria

Orientamento ai servizi socio-sanitari.

Informazione sui diritti

Supporto di un legale a cui porre le domande inerenti alla violenza subita per ricevere una prima forma di tutela.

HAI BISOGNO DI AIUTO?

Se sei vittima di violenza, chiamaci!

Richiedi liberamente un colloquio telefonico, rispondiamo 24h su 24 tutti i giorni dell’anno. È possibile ricevere segnalazioni anche dai Servizi Sociali del territorio o dalle Forze dell’Ordine.

Tel. 377 3730471

info@nonsiamosoliaps.com

Informazione sui diritti

Uno strumento a tua disposizione!

L’attività vuole rappresentare un vero e proprio strumento a disposizione della persona vittima di violenza di genere, attraverso il quale potrà, prima o dopo la presentazione della denuncia/querela alle Forze dell’Ordine, interfacciarsi con un legale per porre le domande inerenti alla violenza subita per ricevere una prima forma di tutela.

 

La persona vittima di reato potrà ragionevolmente porsi/porre le seguenti domande:

  • devo denunciare l’accaduto?
  • che ne sarà della denuncia/querela da me presentata?
  • devo nominare un legale di fiducia?
  • potrò usufruire del gratuito patrocinio?
  • verrò aggiornata dopo la presentazione della denuncia/querela?
  • verrò coinvolta nel futuro processo penale?
  • come verrà perseguito il colpevole?
  • potrò chiedere il risarcimento dei danni subiti?
  • potrò ricevere un’adeguata tutela per evitare di restare vittima di nuovi episodi di reato?
  • potrò mettere la parola fine sul matrimonio o sulla convivenza con l’autore del reato e in che modo?
  • potrò impedire all’autore del reato di avvicinarsi nuovamente a me e/o ai miei figli?

Nel dettaglio, la persona, per il tramite della consulenza legale fornita nell’ambito dell’attività ‘Informazione sui diritti’, potrà ricevere plurime informazioni:

  • sulla possibilità di usufruire dell’assistenza di un legale (anche) tramite l’istituto del gratuito patrocinio nonché sulle modalità con cui inoltrare la richiesta;
  • sulle modalità di svolgimento del procedimento penale;
  • sulle forme di tutela all’interno del procedimento penale tra cui la possibilità di richiedere il risarcimento dei danni all’autore del reato;
  • sulla possibilità di promuovere azioni giudiziarie civili contro l’autore del reato (a titolo esemplificativo: azione finalizzata alla separazione personale dei coniugi, al divorzio, alla regolamentazione della posizione del minore per coppie non sposate ovvero azioni volte al risarcimento del danno arrecato alla vittima del reato o, ancora, finalizzate all’incolumità della stessa vittima);

L’attività, tramite un servizio di consulenza legale, si prefigge pertanto un duplice obiettivo: da un lato, quello di rispondere alle domande e ai dubbi della persona vittima di violenza di genere dopo aver raccolto più informazioni possibili sull’accaduto e, dall’altro, quello di illustrare alla stessa le forme di tutela previste dall’ordinamento sia in sede penale, sia in sede civile così da poterle rappresentare anche il ventaglio di strategie che potranno essere eventualmente intraprese.

HAI BISOGNO DI AIUTO?

Se sei vittima di violenza, chiamaci!

Offriamo ascolto e accoglienza qualificata alle donne e minori che subiscono violenza e maltrattamenti, orientandole verso i servizi statali e regionali e i percorsi di uscita dalla violenza.

Tel. 377 3730471

info@nonsiamosoliaps.com